Sonoisterografia in 3-4D

SONOISTEROGRAFIA IN 3-4D

Studio della cavità uterina interna mediante sonoisterografia in 3-4D

Sonoisterografia in 3-4D

Sonoisterografia in 3-4D

SONOISTEROGRAFIA: CHE COS’È 

La sonoisterografia è una indagine diagnostica che permette di studiare in modo accurato la cavità uterina interna, consentendo di valutarne i contorni e l’elasticità e di identificare eventuali patologie a carico dell’utero.

Si tratta di un esame ambulatoriale indolore che, se effettuato da mani esperte, non procura generalmente alcun disagio.

Come la sonoisterosalpingografia, anche la sonoisterografia è un esame non invasivo che non necessita di anestesia e che non utilizza raggi X ma la sola ecografia transvaginale.

 

Cavità uterina regolare in sonoisterografia 3D

Cavità uterina regolare in sonoisterografia 3D

 

Sonoisterografia in 2D: cavità uterina normale

Sonoisterografia in 2D: cavità uterina normale

 

 

L’accuratezza della sonoisterografia è attualmente comparabile a quella di esami più invasivi, come l’isteroscopia, che quindi potranno essere evitati o eventualmente associati in casi che necessitano di un ulteriore approfondimento diagnostico. Per questo la sonoisterografia dovrebbe essere la prima indagine da effettuare nei casi in cui si ponga un sospetto di malformazione uterina o di alterazioni endometriali.

 

 

Sonoisterografia in 2-3D: caso di endometriosi

Sonoisterografia in 2-3D: caso di endometriosi

 

SONOISTEROGRAFIA IN 2-3D: COME SI ESEGUE

L’esecuzione di sonoisterografia non richiede alcuna preparazione e va effettuato tra il 7° e il 10° giorno del ciclo mestruale.

 

Preliminarmente si effettua una ecografia transvaginale per valutare la posizione dell’utero e successivamente si passa all’esecuzione dell’esame: mediante l’introduzione di un sottile catetere nell’utero, si instillano pochi millilitri di soluzione fisiologica sterile che serviranno a distendere la cavità uterina permettendo di studiarne l’elasticità e la distensibilità.

Sotto guida ecografica transvaginale si segue il passaggio della soluzione fisiologica perfusa in utero e si indaga la morfologia della cavità uterina interna in 2-3D.

Potranno essere così rilevati: possibili malformazioni uterine, adenomiosi, miomi sottomucosi, polipi endometriali, sinechie e setti uterini.

 

Sonoisterografia in 2-3D: caso di polipo nella cavità uterina

Sonoisterografia in 2-3D: caso di polipo nella cavità uterina

 

La sonoisterografia può essere integrata con lo scratching dell’endometrio, che permette anche una valutazione batteriologica e citoistologica della cavità uterina interna dove dovrà impiantarsi l’embrione.

 CONCLUSIONI

L’esecuzione di sonoisterografia è può essere anche terapeutica: infatti talora nei mesi seguenti s’instaura una gravidanza, ciò probabilmente per l’opera di lavaggio della cavità uterina interna. 

 

Gravidanza iniziale

Gravidanza iniziale

© Copyright 2010 - 2017 San Carlo S.r.l. Via Michelangelo Buonarroti 3/C - 10126 TORINO - P. IVA 08306880017 RSS