Intervista su “Come Stai” 06-06-1999: “La maca”

LA MACA

La Maca o Lepidium Meyenii, è una pianta che cresce nelle Ande a 4mila metri di altitudine.
E’ utilizzata da secoli, nella medicina tradizionale peruviana, per aumentare la fertilità nell’uomo e nella donna.
I moltissimi studi effettuati per verificare questa proprietà sono oggi approdati a conclusioni sorprendenti.
Tanto che la Maca è oggi usata in endocrinologia e ginecologia da molti medici specializzati nelle disfunzioni ormonali, nei problemi sessuali e di infertilità maschili e feminili.

Per la infertilità

La Maca è particolarmente interessante perché ha un’azione “poliendocrina”: contiene, cioè, sostanze che agiscono stimolando la produzione degli ormoni naturali. Nella donna, può essere usata nell’ambito della cura per l’infertilità, poiché rende più efficienti:

  • la maturazione dei follicoli
  • l’ovulazione,
  • la preparazione dell’endometrio per l’annidamento dell’embrione.

Inoltre, questa pianta può migliorare anche la fertilità nell’uomo, agendo sulla maturazione degli spermatozoi, aumentandone il numero e migliorandone la motilità (ovvero la capacità di raggiungere l’uovo da fecondare).

 

Nella donnacome stai - la maca 99

Nella donna, la Maca è particolarmente efficace per risolvere e prevenire:

  • le irregolarità mestruali;
  • l’assenza del ciclo (anche causata dall’anoressia, un disturbo nervoso che comporta il rifiuto categorico del cibo);
  • i disturbi collegati al climaterio (la fase che precede la menopausa);
  • l’osteoporosi (fragilità delle ossa) in menopausa. Il dosaggio e la modalità di somministrazione del rimedio è diverso a seconda del singolo problema.

Nella donna, inoltre, la Maca si è rivelata molto utile anche in caso di perdita dell’energia, stanchezza, scarso rendimento intellettuale e della cosiddetta “sindrome da affaticamento cronico” ,una condizione grave e invalidante per cui ci si sente perennemente esausti. Poiché la Maca è in grado di regolare la caduta degli estrogeni e del progesterone (i due ormoni sessuali principali della donna che intervengono rispettivamente nella prima e nella seconda metà del ciclo mestruale), trova indicazione in alcune forme di mal di testa (emicrania) che compaiono durante o nel periodo precedente o successivo al ciclo.

 

Un afrodisiaco

La Maca contiene particolarmente sostanze, chiamate “isotoicianati” conosciute per il loro effetto contro il calo del desiderio (soprattutto maschile, ma anche femminili) e quindi e quindi agisce come afrodisiaco.
La Maca, infatti, grazie allo stimolo ormonale, determina una vasodilatazione (allargamento dei vasi sanguigni) a livello degli organi genitali. Questo comporta una maggiore vascolarizzazione sia dei corpi cavernosi del pene nell’uomo sia del clitoride nella donna.
Una maggiore vascolarizzazione dei genitali femminili aumenta il livello di lubrificazione è infatti un meccanismo che deriva in parte dalla trasudazione di liquidi dai vasi sanguigni. Il rapporto sessuale risulta pertanto meno difficoltoso e questo permette di migliorare la sessualità.

Come agisce

Il percorso che caratterizza la vita degli ormoni femminili che intervengono nella sessualità e nella riproduzione si svolge attraverso:

  • l’ipotalamo,
  • l’ipofisi,
  • l’ovaio.

L’ipotalamo stimola l’ipofisi a produrre le cosiddette gonadotropine: Fsh e Lh. L’Fsh stimola a sua volta l’ovaio a produrre estrogeni e quindi a fare maturare il follicolo.
L’Lh è responsabile dell’ovulazione e quindi della disintegrazione del follicolo e della liberazione dell’uovo.
Il meccanismo d’azione della Maca risulta a questo proposito particolarmente interessante, perché si svolge a livello dell’ipotalamo , quindi a livello superiore. Regola fin dall’inizio quella cascata ormonale che porta, come ultimo passo, nella donna, ad avere cicli regolari, un corretto sviluppo dei follicoli e una giusta ovulazione. Poiché la maca mantiene regolari i tassi di Fsh e di Lh, nell’uomo contribuisce a una migliore sessualità e fertilità: l’Fsh stimola infatti la maturazione degli spermatozoi e l’Lh interviene a livello della potenza sessuale.

I minerali

Al di là della sua interessante “corredo ormonale”, la Maca contiene anche moltissimi minerali, tra cui:

  •   il calcio (importante per l’accrescimento dello scheletro e per la prevenzione dell’osteoporosi);
  •   il magnesio (efficace per il rafforzamento delle difese immunitarie);
  •   il potassio e il fosforo (stimolando l’energia),
  •   il ferro (combatte alcune forme di anemia).

La Maca contiene inoltre elevate quote di oligoelementi, soprattutto manganese, rame e zinco che aiutano a far sì che il ferro possa essere assorbito in modo completo dall’organismo.
Tra l’altro, il manganese e lo zinco sono sostanze importanti nell’ambito della medicina della riproduzione maschile e femminile. La Maca è anche molto ricca di vitamine, soprattutto del gruppo B.

Con la pillola

La Maca è un prodotto fitoterapeutico e, nonostante agisca a livello degli ormoni, è possibile assumerla anche in gravidanza oppure mentre si sta prendendo la pillola anticoncezionale. In entrambi i casi, però, il ciclo ormonale naturale è messo a silenzio dall’assunzione della pillola oppure, nel caso della gravidanza, dagli ormoni che produce la placenta. In queste circostanza, la Maca non avrà pertanto piena azione ormonale, ma potrà comunque essere utile per aumentare il desiderio sessuale oppure come energizzante.